“Ed alla fine d’ogni preghiera contava una vertebra della mia schiena”. Poesie dorsali.

23 agosto 2011 § 3 commenti

Idea vista su Vibrisse. Scatti di qualche tempo fa. Una domenica mattina di sole alcuni bravissimi librai di Palermo ne fecero addirittura un concorso: la poesia più bella si portava a casa i versi.

 

Tag:, , , ,

§ 3 risposte a “Ed alla fine d’ogni preghiera contava una vertebra della mia schiena”. Poesie dorsali.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo “Ed alla fine d’ogni preghiera contava una vertebra della mia schiena”. Poesie dorsali. su Who's the reader?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: