Di ritorno da Una Marina di Libri

6 giugno 2011 § 4 commenti

C’è aria nuova in Sicilia. Dal 3 al 5 giugno Palermo ha accolto Una Marina di Libri, festival del libro e dell’editoria indipendente promosso dal consorzio Piazza Marina & dintorni e dall’editore Navarra. Mancava nel meridione d’Italia un evento di respiro nazionale pensato per i lettori; Una Marina di Libri colma finalmente questo vuoto e lo fa con la passione e l’entusiasmo degli esordi. Noi c’eravamo.

Oltre trenta gli editori partecipanti, tre giorni di manifestazione, una settimana di “prefestival”, per un totale di 36 pagine di programma ricchissimo di ospiti e appuntamenti dalle 10.00 alle 24.00. Agli organizzatori tutta la nostra ammirazione: nella più assoluta latitanza delle istituzioni (per meriti culturali ed economici) sono riusciti a mettere in piedi un evento che la memoria di Palermo non ricordava, rispondendo alle esigenze di una città che ha fame di storie, libri, musica e teatro.

Fra l’altro abbiamo avuto l’onore di prendere parte alla tavola rotonda dedicata ai blog culturali con l’ottimo Federico Novaro (Federico Novaro Libri), Massimo Maugeri (Letteratitudine), Alberto Cottica (Contrordine Compagni) e Francesco Mangiapane (ricercatore presso l’Università di Palermo). Fra le varie questioni emerse soprattutto una è sembrata la preoccupazione condivisa: promuovere qualità e trasparenza dei contenuti per tutelare l’indipendenza e la serietà dei blogger. Nel nostro piccolo con #associazioneblogger ci stiamo lavorando già da un po’, ma continueremo a impegnarci.

Ecco cos’altro abbiamo visto nei chiostri di Palazzo Steri:

Abbiamo visto autori straordinari per talento e umiltà.

Abbiamo visto editori che credono nel loro lavoro (e nelle necessità di fare bei libri).

Abbiamo visto la latitanza delle istituzioni.

Abbiamo visto la passione, l’entusiasmo e il sacrificio dei ragazzi che hanno donato il loro tempo alla manifestazione senza chiedere nulla in cambio.

Abbiamo visto diserzioni imbarazzanti (per i disertori, ovviamente).

Abbiamo visto famiglie, con bambini e libri.

Abbiamo visto una mostra sul libro d’artista.

Abbiamo visto 400 persone (350 in piedi) ascoltare un reading di poesie di Majakovskij.

Abbiamo sentito parlare di blog “democristiani” e letteratura gay allo stesso tavolo.

Abbiamo visto servire vino rosso, mangiare arancine, saltare i pasti e recuperarli in birra.

Abbiamo visto tanti amici e ne abbiamo incontrati di nuovi.

Abbiamo visto un laboratorio di calligrafia.

Abbiamo visto volontari leggere a chi non poteva farlo da solo.

Abbiamo visto le belle copertine di due editori di cui parleremo.

Abbiamo visto un incontro sull’editoria digitale a cui hanno assistito più di cento persone.

Abbiamo visto inglesi, francesi e tedeschi guardare libri italiani, ma solo quelli belli.

Abbiamo visto una diretta streaming quotidiana di 2 ore con approfondimenti ed interviste a cura di Marco Mondino e Diana Cimino di Assaggi letterari.

Abbiamo visto lettori, a centinaia e abbiamo visto persone che credono nel cambiamento e lavorano perchè i libri ne siano protagonisti.

E tutto questo è stato straordinario.

Tag:, , , , ,

§ 4 risposte a Di ritorno da Una Marina di Libri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Di ritorno da Una Marina di Libri su Who's the reader?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: