Enzo D’Antonio, Il cavaliere termico, Sedizioni Diego Dejaco editore

4 dicembre 2010 § Lascia un commento

 

 

 

 

 

 

 

Oggi parliamo di Sedizioni: una piccola casa editrice, anzi piccolissima, che ha deciso di fare del formato un elemento imprescindibile della sua identità. Libri dalle dimensione improbabili: 105×210 i più, ma la collana di teatro è formata addirittura da titoli 105×295. Indiscutibilmente belli da vedere, all’atto della lettura risultano piuttosto scomodi, ed è praticamente impossibile tenerli aperti con una sola mano. Malgrado ciò attraggono per l’alta qualità dei materiali, e sorprendono per la scelta degli autori (Silvio Ramat, Checov, uno scritto di Antonio Moresco, e persino una Conversazione con Dio di Giorgio Manganelli).

Le copertine, tutte bianche, giocano spesso con i caratteri tipografici, ma su tutte ci colpisce la sovracoperta nera del Cavaliere termico di Enzo D’Antonio a cura di Mocellin e Pellegrini. Sullo sfondo scuro del cielo stellato spiccano le macchie chiare degli alberi mentre l’effetto del negativo fotografico viene falsato dal giallo dell’auto; la composizione è ulteriormente movimentata dalla prospettiva innaturale della vettura rispetto alla linea d’orizzonte, e dall’incrocio delle linee di forza dei tratteggi sul prospetto con i fili sospesi sul traliccio della quarta di copertina.

E’ il risultato di un felice compromesso: ci dicono che l’autore non ha voluto rinunciare ad una copertina nera per il suo testo, mentre l’editore ad una copertina bianca in linea col resto del catalogo; per non scontentare nessuno è stata predisposta una sovracoperta nera sulla copertina bianca originale, così che ciascun lettore possa scegliere quella che preferisce. A nostro parere quella bianca, presa a sé stante, è più azzeccata; ma quella nera si apprezza maggiormente nell’ottica del catalogo, senza contare poi il contrasto molto piacevole delle due soluzioni.

Nota di demerito: non si comprende come mai le bandelle abbiano la stessa dimensione della copertina, elemento che non fa altro che accrescere ulteriormente la già difficile maneggevolezza del volumetto.

Un libro bello e scomodissimo, ma dato che ci hanno parlato di una ristampa con bandelle di dimensione più consona, merita, anche se con riserva, un bell’otto.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Enzo D’Antonio, Il cavaliere termico, Sedizioni Diego Dejaco editore su Who's the reader?.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: